Piazza Grace – Villaggio Alzheimer

Piazza Grace – il primo Villaggi Alzheimer della città metropolitana di Milano

Piazza Grace, la nostra proposta a Figino (Milano), è il primo Villaggio Alzheimer della città metropolitana di Milano. Qui, gli spazi, le innovazioni tecnologiche e l’approccio del Centro Diurno Integrato Grace,  diventano occasione per realizzare la mission della cooperativa Genera di generare comunità superando i limiti che la malattia di Alzheimer costruisce intorno al malato.

Il Villaggio Alzheimer, una sperimentale risposta abitativa per le persone che si trovano ad affrontare questa condizione, è formato dalla piazza, dal Centro Diurno Integrato Grace, dagli appartamenti del Villaggio e dal quelli della residenzialità sociale temporanea (Rst) che si integrano nel far vivere l’esperienza di sentirsi a casa.

Piazza Grace è quindi il risultato del lavoro integrato di diverse figure professionali, che hanno il compito di guardare la persona da punti di vista differenti, offrendogli quelle possibilità relazionali, terapeutiche, di cura che consentono le migliori condizioni di benessere quotidiano.

Villaggio Alzheimer: esperienza extra-ordinaria

Piazza Grace nasce da una visione d’insieme di naturale relazione, non assistenziale, dentro la quale possono trovare spazio sia le fragilità che le forze che accompagnano ogni età e stato dell’essere umano.

Piazza Grace non è quindi solo un luogo fisico, ma anche una comunità di persone che ha intenzione di sperimentare nuovi modi di coesistere: coesistere con la terza età, stagione della vita densa di significati da trasmettere all’altro; coesistere tra un borgo millenario con le sue cascine e un nuovo quartiere aperto, che si definisce come una nuova piazza per tutti gli abitanti; coesistere con l’Alzheimer, visto non solo come malattia, ma come una visione del mondo, unica e originale: una visione “extra-ordinaria”.

 

Piazza Grace si inquadra all’interno del Borgo Sostenibile di Figino ( Milano) , naturalmente accessibile come borgo dementia frendly e che nasce proprio per essere un luogo dove bambini, giovani e anziani possono nascere, crescere e invecchiare insieme, imparando a comprendersi e ad apprezzarsi.

Si crea così una comunità viva e intergenerazionale, che mette in connessione storie, esperienze e vissuti, che offre a tutte le persone che la abitano un luogo di vita reale.

Il Villaggio Alzheimer nasce proprio da questa visione d’insieme di natura relazionale, e non assistenziale, in cui la persona con Alzheimer trae beneficio dal vivere in un contesto che accoglie al suo interno diverse generazioni.

Una Casa, non solo un centro Alzheimer

Piazza Grace offre diverse soluzioni residenziali. Comprende infatti sei appartamenti (ognuno in grado si ospitare due residenti) attrezzati con cucina, bagno e accesso disabili e zona notte, in cui ogni ospite può ricreare con i proprio arredi, fotografie e quadri, un luogo dove sentirsi a casa.

I sei appartamenti si affacciano su una grande cucina comune, un importante spazio di condivisione che permette l’organizzazione di momenti di socialità. A questi, si affiancano altri nove appartamenti che accolgono anziani e/o famiglie in RST con il Comune di Milano.

Il mix abitativo favorisce le occasioni relazionali e il benessere della persona con Alzheimer, che può vivere le proprie giornate a contatto con il resto della comunità che abita il Borgo Sostenibile di Figino. La persona può quindi muoversi liberamente e in sicurezza negli spazi che godono della protezione naturale che il contesto offre.

La libertà di scelta, anche del malato di Alzheimer, è infatti centrale nella nostra dimensione di cura e di rispetto della persona, perché anche quelle autonomie residuali siano sempre riconosciute e stimolate.

A Piazza Grace, il primo villaggio Alzheimer della città metropolitana di Milano, troverà spazio anche la dimensione di coppia, intesa come possibilità di vivere ancora insieme, in un contesto protetto, la significatività della relazione affettiva che ha accompagnato le persone nel corso della loro vita.

Crediamo che offrire ai coniugi la possibilità di continuare a vivere insieme in un contesto protetto e di cura, possa permettere a coniuge che accompagna il malato di Alzheimer di ritrovare serenità e di sentirsi meno solo, supportato e riconosciuto nella difficoltà, con la possibilità di continuare a vivere la dimensione affettiva della relazione con il proprio caro.

Per tali ragioni abbiamo scelto di destinare un monolocale a questa finalità. Al suo interno la dimensione affettiva troverà spazio affinché la coppia possa avere la sua intimità, la sua cucina, ma stando continuamente in contatto con Piazza Grace sia nel momento del bisogno sia nella quotidianità del vivere la malattia.

Cura e Alzheimer

Oltre alle relazioni umane sono importanti i luoghi, le caratteristiche ambientali e l’arredo. Per questo motivo, nel 2018, è nato Grace_Lab, laboratorio di ricerca sperimentale che unisce il team di ricercatori del gruppo Lab.I.R.Int del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e Genera.

Attraverso la sperimentazione, la ricerca, la progettazione ed un approccio focalizzato sulla dimensione antropologica, abbiamo definito i requisiti e i parametri necessari per costruire la nostra filosofia di Habitat Terapeutici. Il valore terapeutico dell’ambiente in cui la persona trascorre il suo tempo è un punto centrale nella nostra filosofia e approccio.

Ciò significa che le caratteristiche estetiche e funzionali degli ambienti (corridoi, sale, cortili, palestre, cucine…) sono arricchite ed esaltate da arredi sperimentali, decorazioni, sistemi multimediali, segnaletica e altri sistemi di percezione intuitiva, studiati per ridurre le barriere comunicative e funzionali tipiche della patologia.

Gli ospiti del Villaggio Alzheimer possono inoltre usufruire degli spazi e del supporto del Centro Diurno Integrato Grace, situato all’interno del Villaggio. Inoltre, il benessere della persona per noi passa dal bello, necessario per riscoprire il piacere di vivere. Piazza Grace è concepita così come luogo bello, vivo, che sia stimolo continuo alla persona per stare bene. Gli spazi sono perciò concepiti come habitat terapeutici continui, in modo tale che la persona goda del piacere del luogo in cui è inserita.

A Piazza Grace gli ospiti possono muoversi liberamente negli ambienti interni e negli spazi esterni, grazie a una tecnologia “mimetica”  e non invasiva che li protegge e garantisce loro di muoversi liberamente nel Villaggio. Ciò è possibile grazie alla collaborazione tra Genera e Noon Care, startup innovativa nata a Milano nel dicembre 2016.

Grazie a piccole e discreti dispositivi indossabili, denominati Tag Ble, gli ospiti possono liberamente muoversi negli spazi interni ed esterni di Piazza Grace. I Tag Ble, nelle differenti versioni, possono integrare pulsanti per chiamate di emergenza, accelerometri in grado di rilevare l’attività o eventuale caduta della persona che li indossa.

Senza Barriere, l’Azlheimer a Milano

Grazie al supporto tecnologico e all’organizzazione del personale, gli ospiti del Villaggio Piazza Grace potranno usufruire degli spazi esterni e riappropriarsi di un contesto sociale vivo e pulsante.  In questo modo a Piazza Grace le associazioni e le attività commerciali esistenti sono parte del Villaggio Alzheimer, permettendo agli ospiti di vivere serenamente e naturalmente la propria quotidianità.

Tutto è a misura d’uomo, non esiste alcuna barriera architettonica, anche in conformità alla normativa edilizia. Inoltre, i percorsi sono facilitati da sistemi di orientamento che favoriscono il riconoscimento degli spazi sia interni che esterni.

Via Giovanni Battista Rasario 8/A,
20153, Figino (Milano)

tel. 02 3390234
numero diretto: 0283548819
piazza.grace@generaonlus.it

Contattaci

Ho letto l’informativa sul trattamento dei dati ai sensi della vigente normativa e del Reg (UE) 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Rimani in contatto con noi

© Copyright – Genera Società Cooperativa Sociale Onlus – Società trasparente | privacy & cookie policy | informazioni all’utente