Esplorare i semi

Esplorare i semi in modo originale

MEETmeTONIGHT è un’iniziativa promossa dal Politecnico di Milano, dall’Università degli Studi di Milano, dall’Università degli Studi di Milano–Bicocca e dal Comune di Milano che, unitamente a molteplici realtà universitarie ed istituzionali, rientra nel progetto “Researchers’ Night” promossa dalla Commissione Europea.

Da nove anni, in oltre 300 città d’Europa, ricercatori e istituzioni si danno appuntamento il quarto venerdì di settembre, per portare la Ricerca fuori dai laboratori, coinvolgendo i cittadini in occasioni di incontro in un contesto divertente e stimolante. L’obiettivo è di favorire l’incontro e il dialogo tra ricercatori e cittadini valorizzando la cultura della ricerca.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale www.meetmetonight.it. Perché un gruppo educativo, che si occupa
di primissima infanzia, dovrebbe presentare un’attività per piccoli e grandi ad un evento nazionale che promuove ricerca scientifica?

Nelle prossime righe proveremo a raccontarvi la nostra esperienza.

Il nido Bambini Bicocca a MEETmeTONIGHT

Il Nido Bambini Bicocca è un nido interaziendale gestito dal Consorzio Bambini Bicocca, del quale fanno parte l’università e le cooperative sociali Genera Onlus e Orsa Onlus. È un nido sperimentale, seguito dal Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “R. Massa” (supervisione scientifica prof.ssa Susanna Mantovani) e si configura anche come laboratorio di formazione degli operatori dei servizi educativi per l’infanzia ed è sede di tirocinio per i futuri educatori.

La dimensione di ricerca nella nostra esperienza si concretizza da un lato nel valorizzare il naturale atteggiamento di investigazione dei bambini e dall’altro nel partecipare attivamente a percorsi formativi atti a preparare adulti capaci di accompagnare, sostenere e favorire i processi di scoperta dei più piccoli in un’ottica ambiziosa che tende a promuovere un’educazione scientifica di base (A. Gambini, Costruire un giardino per i bambini, Bambini, Edizioni Junior – Spaggiari, settembre 2007).

Tale prospettiva, che tende a sostenere una relazione con l’ambiente naturale e a favorire lo sviluppo dell’interesse, dell’esplorazione e della conoscenza dei viventi, ha come obiettivo principale quello di promuovere un’educazione ambientale sulla base di tematiche legate alla biodiversità (S. Mantovani, P. Braga, A. Gambini (2016), “Incontrare i viventi. Esperienze scientifiche al Nido”, in S. Mantovani, C. Silva, E. Freschi (a cura di), Didattica e nido d’infanzia, Junior-Spaggiari).

La nostra attività a MEETmeTONIGHT si è articolata partendo da una riflessione sui contenuti pedagogici e scientifici presenti nell’esperienza coi semi al Nido e in una fase organizzativa corposa che ha definito “mission”, ruoli, tempi, spazi e azioni per: “esplorare i semi in modo originale”.

Originale perché

Originale perché:

–  nasce dalle osservazioni dei bambini durante lo spuntino del mattino:
“Sono tutti semi” S.,30 mesi
“Sono uguali?” educatrice
“Sì… no, sono uguali, però hanno un diverso colore” S., 30 mesi.

– è un invito, destinato a grandi e piccoli, a stabilire una relazione significativa con gli elementi naturali.

Il percorso, che si sviluppa all’interno di uno stand, è un “viaggio nel mondo dei semi attraverso i sensi della vista, del tatto e dell’udito, per scoprirne la biodiversità e la potenzialità fisiologica” (programma dell’evento). L’esplorazione, che si configura come attività principale, è estesa ai più grandi e anche agli adulti, per educare alla sostenibilità.

Le ripercussioni di tale esperienza sul nostro agire quotidiano, in merito alle attività che conduciamo quotidianamente in giardino e nell’Atelier scientifico al nido e che abbiamo deciso di proporre in un contesto più ampio e variegato come quello di MEETmeTONIGHT, hanno senz’altro messo in evidenza il piacere derivante da attività a contatto con gli elementi naturali sia nei bambini che negli adulti; in secondo luogo, hanno incoraggiato in noi un atteggiamento divulgativo di una cultura dell’infanzia capace di per sé di farsi conoscere anche fuori dalle mura istituzionali. Essa infatti, slegata da preconcetti che banalizzano – purtroppo non di rado – i pensieri, le ipotesi e le teorie che i bambini e le bambine di due o tre anni (o prima) scoprono durante le loro esplorazioni, parla di individui competenti, protagonisti delle proprie esperienze e ‘possessori naturali’ della
lente d’ingrandimento più adatta a studiare l’ambiente di cui facciamo parte e in cui siamo immersi.

L’infanzia è fatta di invidui competenti, protagonisti delle proprie esperienze

Considerando questa esperienza e altre, non meno importanti ma forse meno note, che vedono educatori coraggiosi affrontare ogni giorno sul territorio in cui operano la sfida di dar voce e visibilità alle esperienze dei bambini e delle bambine, speriamo di condividere con voi uno dei più autentici e alti obiettivi del fare educazione ossia creare e trasmettere insieme, bambini e adulti,  importanti valori sociali.

Articolo di Debora Acquaviva e Alessia Verdura educatrici Nido Bambini Bicocca

Rimani in contatto con noi

© Copyright – Genera Società Cooperativa Sociale Onlus – Società trasparente | privacy & cookie policy | informazioni all’utente