Ecco Piazza Grace!

Ecco Piazza Grace

A ottobre 2019 apriremo “Piazza Grace” il primo e vero Villaggio Alzheimer della Città di Milano.

Un vero “Villaggio” che si inquadra all’interno del Borgo Sostenibile di Figino, contesto “protetto naturalmente” e a misura d’uomo. Lo stesso Borgo di Figino, pur essendo quartiere della Città di Milano, mantiene quella dimensione di paese con la normalità del vivere quotidiano, che ogni persona porta in questo contesto: come cittadino, come abitante, come professionista.

Piazza Grace incorpora in sé la naturale convivenza di vita delle persone e il malato di Alzheimer non può essere estraneo ma è incluso nel sistema circolare che “genera comunità”.

È qui che abbiamo trovato importanti affinità con questa natura relazionale e non assistenziale, dove possono trovare spazio sia le fragilità, che le forze che accompagnano ogni età e ogni stato dell’essere umano. La nostra volontà non è quella di creare solo un luogo fisico, ma anche una comunità di persone che ha intenzione di sperimentare nuovi modi di coesistere, con diverse stagioni della vita.

Inoltre, guardando l’Alzheimer con occhi differenti, possiamo riconoscerla non solo come una malattia, ma come una visione del mondo, unica e originale: una visione “extra-ordinaria”.

“E’ con grazia che si affrontano le difficoltà, le differenze, i problemi. Con bellezza e con forza. Che non sono degli opposti, come ci insegnano i ballerini, che con i loro muscoli volteggiano sulle punte; come ci insegna l’arte, dove marmo sembra respirare; come ci insegnano i bambini, che nella loro fragilità hanno in mano il futuro…e ai quali gli anziani possono raccontare storie bellissime.”

Al centro della Cura c’è la persona e l’ambiente risulta condizionante per la qualità della vita e il benessere della persona per noi passa anche dal “bello”, per riscoprire il piacere di vivere.

Grace è concepito così come luogo bello, vivo, che sia stimolo continuo alla persona per stare bene nonostante le compromissioni o il decadimento cognitivo, infatti, la persona conserva il bisogno di autostima e di auto efficacia, il desiderio di esprimere i propri pensieri e le proprie emozioni.
Per questo gli ospiti di Piazza Grace vivranno all’interno della struttura di Grace, con un mix abitativo e relazionale. Non solo persone con Alzheimer, ma abitanti di tutte le età capaci di condividere l’esperienza di condivisione e crescita reciproca. Tutto è a misura d’uomo, non esiste alcuna barriera architettonica, ci si può muovere liberamente e in sicurezza negli spazi che godono della protezione naturale.

La fluidità degli spazi, la possibilità di muoversi e entrare in contatto con l’Alzheimer richiede la comprensione di emozioni forti, dirompenti, ma molto difficili da comunicare e gestire, legate a frequenti esperienze di frustrazione. Il valore terapeutico dell’ambiente in cui la persona trascorre il suo tempo è un punto centrale nella nostra filosofia e approccio.

Il primo passo in direzione di un approccio utile e “generativo” consiste nel far vivere alla persona un contesto vivo, fatto di relazioni e professionalità degli operatori, che ogni giorno lo accompagnano e supportano nella gestione del vivere quotidiano oltre che essere possibilità riattivante per il recupero delle autonomie e capacità residue. Questo si realizza anche prendendosi cura del sistema famiglia, offrendo quel supporto, comprensione e condivisione che permettano di contrastare l’isolamento e anche per la “coppia” e la famiglia di riacquisire dignità e il suo posto nella società.

Questo sarà il nostro Villaggio Alzheimer, questo sarà Piazza Grace. Puoi venire a conoscerci, in anteprima, alla Cena In Viola di venerdì 20 Settembre o puoi avere tutte le informazioni su Piazza Grace

Rimani in contatto con noi

© Copyright – Genera Società Cooperativa Sociale Onlus – Società trasparente | privacy & cookie policy | informazioni all’utente